Recensione GroG – Men of Low Moral Fiber su RockGarage

postato in: Recensioni 0

 

Un altro assaggio dei Grog, dopo il primo EP Your Satisfaction Is Our Best Reward, arriva da poco con quattro inediti nel nuovo Men Of Low Moral Fiber. Si tratta di un duo in cui si elencano una serie di strumenti ma in prima linea ci sono solo basso e batteria. Belli i tempi dispari di Got Ham che, insieme all’accoppiata del quattro corde e del drumming, mettono in scena tutto il profilo più elettrico del duo; ci piace il loro animo sperimentale, il mettersi in gioco con i tempi e le ritmiche, essendo fondamentalmente due strumenti ritmici a portare avanti il sound dei Grog, anche se a nostro parere non basta qualche pattern e la batteria che ci costruisce il contorno. Nella seconda parte di Give More Water, Please Everybody ad esempio ci piace sottolineare l’intenzione di voler spaziare, aggiungendo delle melodie anche se soffuse, ma a nostro parere si potrebbe fare molto di più. Anche la lunga L.A. Crimemostra un simile scenario in cui non si può parlare di vera e propria sperimentazione, che al contrario l’avremo apprezzata in quanto avrebbe esteso il range musicale della band.

Nel complesso per giudicare Men Of Low Moral Fiber prendo in prestito ciò che diceva la mia prof. di Italiano dopo aver corretto il mio tema: “troppo breve!”.

Leggi qui