Recensione “Non mi fermerò mai” su l’Indygesto

postato in: Recensioni 0

Il risultato? Tutto da pogare o ascoltare in macchina a tutto volume (facendo attenzione a non correre troppo): punk melodico doc, tiratissimo e arioso, in cui i Ramones vanno a braccetto con gli Husker Du.

Veloce e divertente Quello che non c’è, che apre le danze con il suo ritmo sostenuto e il cantato strafottente. Più hardcore la successiva Congratulazioni, che evoca toni ribellistici. Orecchiabile e scanzonata Semplice sfortuna, mentre Provo a distinguermi è tiratissima e spedita.

[continua…]

Leggi l’intero articolo qui