Recensione D O M A su Disco Volante

postato in: Recensioni 0

Due soli brani per il terzo lavoro dei lodigiani [‘selvǝ]. Se possibile ancora più intimo ed introspettivo dei precedenti due album, DOMA parte con un intro onirico, sospeso, per poi sfociare in un muro di suono distorto e stridente, scream vocals e furia cieca. Melodie (s)torte ed estremamente dirette al tempo stesso. Su di una batteria tipicamente black-metal, satura fino al punto di non ritorno, chitarra e basso costruiscono melodie dal sapore più post hardcore, a tratti blackgaze [continua…]

 

 

Leggi l’articolo completo