Recensione Captain Quentin – We’re Turning Again su Il Mucchio

postato in: Recensioni 0

 

C’è un’enclave, tutta italiana, all’interno della quale il tempo si è fermato ai Novanta e il rock matematico, che non può prescindere da voluttuose scale e geometrici arpeggi, è ancora il genere che va per la maggiore. Di questa deliziosa nicchia, sono esponenti di punta i Captain Quentin che, arrivati al terzo album, hanno compiutamente definito le proprie coordinate: otto strumentali sghembi e nervosi (Dieci minuti lunghi trenta) ricchi di spasmi e controtempi (Zewoman), dai movimenti fluidi (Caffè Connection) e predisposti verso atmosfere cinematiche (Malmo) che fanno di We’re Turning Again un’opera che regge il confronto con Tortoise, Don Caballero e Battles e si allinea a La Teoria del frigo vuoto, insuperato capolavoro dei Brutopop.

Gabriele Pescatore.

 

 

 

 

 

Leggi qui (Il Mucchio 754, Maggio 2017)