Recensione selvə – eléo su System Failure

postato in: Recensioni 0

 

Selva è una band post black metal/ post rock. La band è formata da da Tommaso Rey (batteria), Andrea Pezzi (basso / voce) e Alessandro Andriolo (chitarra/voce). Il loro ultimo lavoro si chiama Eléo.

Dal comunicato stampa giunto a System failure leggiamo che:

“i [‘selvə] sono gli autori di un suono unico composto da atmosfere scure e sonorità abrasive, con una fusione di temi e motivi che vanno dal black metal al post-rock strumentale.Il loro primo album intitolato “lajf həbɪtʃuəl” è stato acclamato dalla scena underground italiana e internazionale, consentendo alla band di suonare quasi 100 date in meno di due anni dalla sua uscita. Rispetto al loro precedente lavoro, “eléo” si concentra su paesaggi sonori più scuri e più introspettivi, con testi derivanti da pensieri personali sul come gli errori di vitale importanza nelle relazioni umane possano consumare la mente di una persona poco a poco”.

La musica dei Selva è straziante e presenta dei suoni alquanto laceranti e distorti oltre che scream piuttosto potenti e pieni di aggressività. Eléo è formato da quattro tracce: 1) soire; 2) alma; 3) indaco e 4) nostalgia. Un disco pieno di irruenza, di oscurità e di tenebre dalle quali non c’è possibilità di salvezza.

Ascoltando i Selva sembra di intraprendere un viaggio in un mondo alquanto cupo e tenebroso, un mondo infernale popolato da creature spettrali, sinistre ed inquietanti. C’è tanto impeto nella loro musica, una musica che mira a travolgere l’ascoltatore con scariche sonore piene di vigore e prestanza.

Il viaggio nell’abisso che ci propongono i Selva è davvero stupefacente e di grande fascino. Il nero è il colore dominante in questa band, non c’è dubbio. Ma c’è anche spazio per bagliori sonori che arrivano all’improvviso e, per questo, stupiscono davvero tanto. Selva ci introduce in un mondo tetro e surreale, una sorta di delirio onirico ed ancestrale.

 

Leggi qui
Share on Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *